giovedì 11 luglio 2013

Questo reality show non sa da fare? In arrivo un reality show dedicato alle "Social Media Star".

In questi giorni in un gruppo Linkedin che seguo Chapworking - for Chaps who Network si parla tanto di un nuovo reality show che avrà per protagonisti le star dei social media.

Naturalmente la notizia sta facendo rapidamente il giro del web, suscitando molte reazioni ed interrogativiSocial Media Stars Reality Show, ha già messo in moto la macchina promozionale. 



La mia prima reazione davanti all'idea e al sito web è stata d'incredulità. Il concetto stesso

 di "Social Media Star" è qualcosa che mi lascia incredula. E nel leggere il messaggio di reclutamento casting, la mia reazione di incredulità si è trasformata in seria perplessità ed un filo di preoccupazione.

"Are you a Star?

Social Media Stars Reality Show is looking for YOU! This is your shot at stardom! Live in a Miami Beach mansion, hang with fellow superstars and engage in social media challenges to show your stuff! From the creators of Top Recruiter: The Competition, comes Social Media Stars, another surefire success from LaVoie Entertainment.

Are you legendary on LinkedIn, a prodigy on Pinterest, talented on Twitter and fabulous on Facebook? If your friends ask you to “teach them Twitter” and their jaws drop when you’re done, we want YOU!"

(Traduzione: Sei una star?
Social Media Stars Reality Show ti sta cercando! Questo è il tuo punto di partenza per la celebrità! Vivi in una tenuta a Miami Beach,entra in contatto con compagni  superstar e impegnarti in sfide di social media per mostrare la tua abilità! Dai creatori di Top Recruiter: Il Concorso, arriva Social Media Stars, un altro sicuro successo da LaVoie Entertainment.
Sei mitico su LinkedIn, un prodigio su Pinterest, talentuoso su Twitter e favoloso su Facebook? Se i tuoi amici ti chiedono di "insegnar loro Twitter" e le loro mascelle cadono quando hai finito, vogliamo TE!)

Come in ogni ambiente di forte aggregazione, scambio e comunicazione, anche i social media (o soprattutto) non sono esenti dalla necessità, di molti (forse di un po' tutti noi), di mettersi in mostra e uscire dal coro, spiccando sugli altri per un motivo o per un altro. Quello che mi preoccupa, leggendo questo  annuncio, è il "come" e il "perché" si dovrebbe desiderare di farlo in un "reality" show televisivo. 

Non vedo nulla di positivo in una iniziativa di questo tipo. Non penso sia il modo in cui io e credo molti altri che operano nel mondo dei SM, vorrebbero che la loro professione (e professionalità) venisse finalmente alla ribalta. In particolar modo agli occhi di un pubblico che, forse, di Social Media non ha mai avuto una vera esperienza se non per sentito dire. E quel sentito dire è, nel migliore dei casi, preconcetto e parziale. 

Con questi pensieri in testa, proseguendo nella mia ricerca in rete, ho trovato il profilo twitter....
la mia perplessità sta raggiungendo livelli di guardia altissimi. Due soli tweet, 16 following e ben 25.014 follower in qualche mese. Hum... Non nascondo una certa inquietudine  all'idea che così tante persone siano interessate alla cosa.

Posso già vederlo, un film. Un film nel quale si racconta e si recita un mondo che amo, nel quale lavoro, dove ci sono persone veramente in gamba, preparate e professionali, potenzialmente sminuite da un  reality show. Abbiamo già il nostro bel daffare a convincere la gente che chi lavora sui social media e con i social media non sta cazzeggiando. Non credo che iniziative come questa siano d'aiuto a far capire cosa, chi e come, sono le persone che lavorano ed operano in rete.

Oggi ho anche letto un bellissimo post (in inglese) di Danny Brown che trattava proprio di questo argomento. Sono così profondamente d'accordo con quello che scrive che ve lo propongo qui:  Why theBest “Social Media Stars Reality Show” is the One That Doesn’t Need Made

La mia sola consolazione è che la trasmissione non sarà in Italia, per ora... ma davvero, è una consolazione effimera.


E voi cosa ne pensate? Avevate già sentito parlare della cosa? Avete un'idea in proposito? Mi piacerebbe davvero tanto leggere altri pareri a riguardo.

4 commenti:

  1. mettaimola così...lo metto sullo stesso piano di trasmissioni tipo uomini e donne....o che ne so di quel genere in cui il confronto delle esperienze personali diventa spunto di dibattito acceso perche' quello che scelgo di fare io e' meglio di quello che scegli tu, tutto questo condito da apparenze tirate a lucido e modi eccessivi per scatenare la rissa verbale...

    Per come sono fatta io trovo queste trasmissioni inutili da tutti i punti di vista...un'esposizione personale di esseri che vogliono emergere solo diventando un personaggio ma senza valori/capacità serie al seguito...

    e l'onda di questa trasmissione e' sullo stesso genere(sembra) solo che si e' evoluta integrando la più nota forma di comunicazione del momento...

    Commento da una che considera il suo profilo privato...ancora privato ed aperto solo agli amici "reali" e non virtualizzati in forma e contenuti ^^

    RispondiElimina
  2. Ciao Astasia, grazie del commento!
    In fatti temo che possa passare questo: gente senza spessore e l'idea che vivere i social media come risorsa aggiuntiva della propria vita prima e come mezzo di lavoropoi, sia roba per gente da poco. Mah... Per quanto riguarda l'esposizione personale, social è anche condividere ma dal condividere al mercato di se ci passa un abisso :-)
    Vedremo

    RispondiElimina
  3. katia fattelo dire...questi articoli tirano fuori il peggio di me ahahah ;)
    Divento una borbottona di prima categoria! :D

    RispondiElimina
  4. Ahahahah ci sta Astasia, ci sta. Del resto anche il mio post è da borbottona :P

    RispondiElimina